Un tuffo nel sogno per riscoprire lo spirito delle cose
L’autore libri Firenze - 1996

Poeta, il protagonista di questo romanzo, si è incamminato nella vita sicuro di diventare un portatore di felicità.
In un mondo che crede di non avere bisogno di sogni, tra gente diversa da lui, portatrice sì di una propria voglia di vivere, ma orfana di utopie e di immaginazione, si accorge della strumentalizzazione del proprio sogno.
Decide, allora, di ritornare. Non tanto in un lugo fisico quanto in un luogo dell’anima: un luogo dove la sua musica e la sua poesia avevano incantato un gabbiano, PIK, e intenerita la dolce madre vestita di lino bianco.
Ma il tempo trascorso ha modificato ciò che, nella mitizzazione del ricordo, sembrava immodificabile. lo spirito delle cose è stato cancelato da esseri normalissimi, seri, radicati al quotidiano, nel quotidiano annegati.
Allora tutto in lui, restio a dichiararsi depredato di ogni illusione, tende alla realizzazione del non meglio identificato “Sogno Grande"

Libri

  • Icon 02
    Penultime cronache
  • Icon 01
    Albergo trinità e altri racconti
  • ostaria
    Ostaria
  • Panchina
    La panchina rossa
  • Tregua
    Tregua
  • PIK
    PIK
  • Tirreniche
    Tirreniche
  • kayak
    Kayak
  • cabibo
    Cabibo
  • Cile 73
    Cile '73
  • cronache
    Cronache

NOTA! Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza i cookie.

Continuando a navigare nel sito si accetta l'utilizzo dei cookies Per saperne di piu'

Approvo