Penultime cronache(orrori, rabbie, tenerezze, irriducibili speranze)
Poesie e altro di Gianni Anglisani

Edizioni della Laguna - 2010

...
Chi può permettersi di sniffare poesie inedite in un ambulatorio medico? Io, fortunata amica di un autentico poeta-uomo. Le tue pennellate liriche trasformano la realtà vissuta in un’altra parallela che, a volte, può apparire ancora più inquietante e truculenta o morbidamente suggestiva ma, raccontata da te (e solo come sai farlo tu), diviene sogno-amore o sogno-incubo e, comunque, trasforma la vita rendendola immaginifica ed autentica. Da questo magma esplode la tua poesia, così anch’io, per merito tuo... mi sento un po’ poeta.
Queste ultime sono molto belle.
Grazie, caro amico e continua a nutrirmi!
Un abbraccio
Mariolina*

(tratto da una lettera del 14 marzo 2005)
* Mariolina De Feo. Gianni Anglisani la chiamava
“La voce dei poeti”.

Libri

  • Icon 02
    Penultime cronache
  • Icon 01
    Albergo trinità e altri racconti
  • ostaria
    Ostaria
  • Panchina
    La panchina rossa
  • Tregua
    Tregua
  • PIK
    PIK
  • Tirreniche
    Tirreniche
  • kayak
    Kayak
  • cabibo
    Cabibo
  • Cile 73
    Cile '73
  • cronache
    Cronache

NOTA! Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, ti informiamo che questo sito utilizza i cookie.

Continuando a navigare nel sito si accetta l'utilizzo dei cookies Per saperne di piu'

Approvo